Raccolta Pareri

Raccolta di pareri espressi da questo Dipartimento in materia di Enti locali.

 

Area tematica

Categoria

Data

Reset

Parere
16 Dicembre 2019
Finanza locale

La durata dell'incarico del revisore non può eccedere il periodo di proroga.
Solo dopo la nomina del Commissario liquidatore la norma regionale prevede che lo stesso si possa avvalere del revisore anche per le operazioni specifiche della liquidazione

Parere
29 Novembre 2019
Territorio e autonomie locali

Mancata designazione del capogruppo consiliare. E’ opportuno che gli enti locali, nell’ambito della propria autonomia normativa, approvino una disciplina idonea ad individuare la figura del capogruppo consiliare in caso di mancato accordo in ordine alla designazione in questione.

Parere
29 Novembre 2019
Territorio e autonomie locali

Oneri per sepoltura di indigente non residente. Alla luce dell’art.50 del d.P.R. n.285/1990 che prevede il diritto di sepoltura per i cadaveri delle persone morte nel territorio del comune, qualunque ne fosse in vita la residenza (fatta salva la richiesta privata di altra destinazione), l’onere dovrebbe ricadere sul Comune ove avvenga il decesso, indipendentemente dalla residenza posseduta in vita dal defunto.

Parere
29 Novembre 2019
Territorio e autonomie locali

L’articolo 39 del decreto legislativo n.267/00 recante “Presidenza dei consigli comunali e provinciali” demanda alla fonte statutaria la previsione in ordine alle funzioni vicarie del presidente. Ai sensi dell’articolo 39, comma 1, infatti, è previsto che “Quando lo statuto non dispone diversamente, le funzioni vicarie di presidente del consiglio sono esercitate dal consigliere anziano…”. Pertanto la previsione della figura del Vice Presidente del Consiglio compete allo statuto dell’ente.

Parere
29 Novembre 2019
Territorio e autonomie locali

Accesso dei consiglieri da remoto al protocollo informatico. Sulla base della sentenza n.599/2019 del Tribunale Amministrativo Regionale per la Basilicata, al consigliere “va riconosciuto il diritto ad accedere da remoto al protocollo informatico e al sistema informatico contabile dell’Ente, con corrispondente obbligo per il Comune di approntare le necessarie modalità organizzative, sia pure con alcune necessarie limitazioni. Tuttavia, al fine di evitare ogni accesso indiscriminato alla totalità dei documenti protocollati”, il T.A.R. (conformemente ai pareri della Commissione per l’Accesso) con la predetta decisione, ha manifestato “l’avviso che l’accesso da remoto vada consentito in relazione ai soli dati di sintesi ricavabili dalla consultazione telematica del protocollo, non potendo essere esteso al contenuto della documentazione, la cui acquisizione rimane soggetta alle ordinarie regole in materia di accesso (tra le quali la necessità di richiesta specifica)”.

Parere
22 Novembre 2019
Territorio e autonomie locali

Gruppo misto. La qualificazione di gruppo misto è data dal fatto che questo comprende tutti i consiglieri che non si riconoscano in alcun altro gruppo presente in consiglio o che siano stati espulsi da questi senza possibilità di trovare ulteriore collocazione e che non necessariamente siano qualificabili come minoranza od opposizione rispetto alla maggioranza consiliare. L’esercizio del diritto di costituire il gruppo misto non dovrebbe essere subordinato alla presenza di un numero minimo di componenti.

Parere
22 Novembre 2019
Finanza locale

Se l'organo di revisione è in composizione collegiale fino alla conclusione delle operazioni ordinarie dell'unione in liquidazione può continuare la revisione anche nei comuni membri.

Parere
20 Novembre 2019
Territorio e autonomie locali

Parità di genere nelle giunte comunali. Il Consiglio di Stato, con sentenza n.406/2016, ha osservato che l’effettiva impossibilità di assicurare nella composizione della giunta comunale la presenza dei due generi nella misura stabilita dalla legge deve essere “adeguatamente provata”.

Parere
28 Ottobre 2019
Territorio e autonomie locali

Nell'ambito dell'autonomia statutaria dell'ente locale, sancita dall'art.6 del citato decreto legislativo n.267/00, è ammissibile la disciplina di deleghe interorganiche, purché il contenuto delle stesse sia coerente con la funzione istituzionale dell'organo cui si riferisce. Occorre considerare che il consigliere può essere incaricato di studi su determinate materie e di compiti di collaborazione circoscritti all'esame e alla cura di situazioni particolari, che non implichino la possibilità di assumere atti a rilevanza esterna, né di adottare atti di gestione spettanti agli organi burocratici.

Parere
21 Ottobre 2019
Territorio e autonomie locali

La dottrina definisce le “mozioni” come atti approvati dal consiglio per esercitare un’azione di indirizzo, esprimere posizioni e giudizi su determinate questioni, organizzare la propria attività, disciplinare procedure e stabilire adempimenti dell’amministrazione nei confronti del Consiglio.
Il T.A.R. Puglia – Sezione di Lecce – I Sez., con la sentenza n.1022/2004 ritiene la mozione quale “istituto a contenuto non specificato”, trattandosi di un potere a tutela della minoranza per situazioni non predefinibili, a differenza di altri strumenti più a valenza di mera conoscenza (quali l'interrogazione o la interpellanza), essendo strumento di “introduzione ad un dibattito” che si conclude con un voto che è ragione ed effetto proprio della mozione.

Parere
16 Ottobre 2019
Territorio e autonomie locali

Il consigliere comunale ha il diritto di soddisfare le esigenze conoscitive connesse all’espletamento del suo mandato anche attraverso la modalità informatica, con accesso da remoto (cfr. T.A.R. Campania, Salerno, sez. II, 4 aprile 2019, n.545; T.A.R. Sardegna, 4 aprile 2019, n.317). Il TAR per la Basilicata, con sentenza n.599/2019, al fine di evitare ogni accesso indiscriminato alla totalità dei documenti protocollati”, ha manifestato “l’avviso che l’accesso da remoto vada consentito in relazione ai soli dati di sintesi ricavabili dalla consultazione telematica del protocollo, non potendo essere esteso al contenuto della documentazione, la cui acquisizione rimane soggetta alle ordinarie regole in materia di accesso (tra le quali la necessità di richiesta specifica)”.

Parere
16 Ottobre 2019
Territorio e autonomie locali

Il consigliere comunale ha il diritto di soddisfare le esigenze conoscitive connesse all’espletamento del suo mandato anche attraverso la modalità informatica, con accesso da remoto (cfr. T.A.R. Campania, Salerno, sez. II, 4 aprile 2019, n.545; T.A.R. Sardegna, 4 aprile 2019, n.317). Il TAR per la Basilicata, con sentenza n.599/2019, al fine di evitare ogni accesso indiscriminato alla totalità dei documenti protocollati”, ha manifestato “l’avviso che l’accesso da remoto vada consentito in relazione ai soli dati di sintesi ricavabili dalla consultazione telematica del protocollo, non potendo essere esteso al contenuto della documentazione, la cui acquisizione rimane soggetta alle ordinarie regole in materia di accesso (tra le quali la necessità di richiesta specifica)”.

Parere
16 Ottobre 2019
Territorio e autonomie locali

Nomina consiglieri politici da parte del sindaco. L’ordinamento degli enti locali non prevede la figura del “consigliere politico”; i consiglieri, gli assessori ed il sindaco, quali organi di governo degli enti locali, sono figure tipiche individuate dalla legge. Nel sistema posto dal legislatore costituzionale, art.117, lettera p), lo Stato ha legislazione esclusiva in materia di “… organi di governo e funzioni fondamentali di Comuni, Provincie e Città metropolitane”, mentre all’ente locale è riconosciuta un’autonomia statutaria, normativa, organizzativa ed amministrativa nel rispetto, però, dei principi fissati dal decreto legislativo n.267/00.

Parere
16 Ottobre 2019
Territorio e autonomie locali

Il consigliere comunale ha il diritto di soddisfare le esigenze conoscitive connesse all’espletamento del suo mandato anche attraverso la modalità informatica, con accesso da remoto (cfr.T.A.R. Campania, Salerno, sez.II, 4 aprile 2019, n.545; T.A.R. Sardegna, 4 aprile 2019, n.317). Il TAR per la Basilicata, con sentenza n. 599/2019, al fine di evitare ogni accesso indiscriminato alla totalità dei documenti protocollati”, ha manifestato “l’avviso che l’accesso da remoto vada consentito in relazione ai soli dati di sintesi ricavabili dalla consultazione telematica del protocollo, non potendo essere esteso al contenuto della documentazione, la cui acquisizione rimane soggetta alle ordinarie regole in materia di accesso (tra le quali la necessità di richiesta specifica)”.

Parere
14 Ottobre 2019
Territorio e autonomie locali

Parità di genere nelle giunte. Il Consiglio di Stato, con sentenza n.4626 del 5/10/2015, ha precisato che tutti gli atti adottati nella vigenza dell’art.1, comma 137, citato trovano in esso “un ineludibile parametro di legittimità. Pertanto un’interpretazione che riferisse l’applicazione della norma alle sole nomine assessorili effettuate all’indomani delle elezioni e non anche a quelle adottate in corso di consiliatura consentirebbe un facile aggiramento della suddetta normativa. Tali osservazioni sono state ribadite da ultimo dal Tar Abruzzo con sentenza n.105 del 2019.

Parere
14 Ottobre 2019
Territorio e autonomie locali

Il Consiglio di Stato, sez.I, nel parere n.94/1996 reso nell’adunanza del 21 febbraio 1996 ha ritenuto che il vicesindaco esterno al consiglio non può svolgere le funzioni di componente, con diritto di voto, nel consiglio comunale, in quanto “nel nostro ordinamento non è ammessa la delega o sostituzione nelle funzioni di componente delle assemblee elettive”.

Parere
14 Ottobre 2019
Territorio e autonomie locali

Registrazione e diffusione delle immagini delle sedute di consiglio comunale.
Con precedenti pareri, questo Ministero aveva ritenuto possibile per il presidente del consiglio di regolare e valutare la registrazione caso per caso, seppur in assenza di espressa previsione regolamentare. Tuttavia alla luce anche degli orientamenti giurisprudenziali e del Garante per la protezione dei dati personali, si ritiene, invece, opportuno un approfondimento della problematica che non può non condurre alla necessità della previa adozione di norme regolamentari entro le quali il Presidente può esercitare le proprie prerogative

Parere
14 Ottobre 2019
Territorio e autonomie locali

La denominazione dei gruppi consiliari, con eventuale variazione dei simboli a cui tali gruppi fanno riferimento, in assenza di una specifica disposizione statutaria o regolamentare, appare rientrare nelle scelte proprie delle formazioni politiche presenti in consiglio.

Parere
14 Ottobre 2019
Territorio e autonomie locali

Quote di genere nelle giunte. Comuni con popolazione inferiore a 3.000 abitanti. Per i comuni con popolazione inferiore a 3.000 abitanti trovano applicazione le disposizioni contenute nei citati articoli 6, comma 3 e 46, comma 2, del decreto legislativo n.267/00 e nella legge n.215/12. Tali disposizioni non hanno un mero valore programmatico, ma carattere precettivo, finalizzato a rendere effettiva la partecipazione di entrambi i sessi in condizioni di pari opportunità, alla vita istituzionale degli enti territoriali.

Parere
14 Ottobre 2019
Territorio e autonomie locali

Il Ministero dell’Interno, con circolare n.6508 del 24.4.2014, ha precisato che nel calcolo degli assessori a garanzia della rappresentanza di genere debba essere incluso anche il sindaco.