Pareri

Raccolta di pareri espressi da questo Dipartimento in materia di Enti locali.

In evidenza

parere
parere

La raccolta

Area tematica

Categoria

Data

Reset

Parere
27 Maggio 2020
Territorio e autonomie locali

La misura del gettone da corrispondere ai consiglieri comunali va determinata facendo riferimento al decreto ministeriale n. 119/2000, con riduzione del 10%.

Parere
27 Maggio 2020
Territorio e autonomie locali

Il consiglio comunale sciolto per decesso del sindaco provvede alla surroga dei consiglieri dimissionari. Tuttavia, in caso di riduzione dei membri del consiglio tale da non consentire la riunione in prima convocazione, non potrà procedersi a surroga.

Parere
19 Maggio 2020
Territorio e autonomie locali

Il potere sostitutivo del prefetto, in caso di mancata convocazione del consiglio, è esercitabile non soltanto nell'ipotesi d'inerzia del presidente dell'assemblea, ma pure nel caso in cui il predetto organo abbia riscontrato negativamente la richiesta con atto formale.

Parere
15 Maggio 2020
Territorio e autonomie locali

L’amministratore lavoratore autonomo che intenda richiedere all’ente locale il versamento degli oneri previdenziali, assistenziali ed assicurativi, dovrà astenersi del tutto dall’attività di lavoro autonomo.

Parere
15 Maggio 2020
Territorio e autonomie locali

L’assunzione a tempo indeterminato di un consigliere comunale da parte del comune in cui è stato eletto non comporta la necessità di dimettersi dalla carica, potendosi, invece, procedere al collocamento in aspettativa in base alla normativa vigente.

Parere
11 Maggio 2020
Territorio e autonomie locali

La figura del presidente del consiglio comunale è posta a garanzia del corretto funzionamento di detto organo e della corretta dialettica tra maggioranza e minoranza, per cui la revoca non può essere causata che dal cattivo esercizio della funzione, in quanto ne sia viziata la neutralità e deve essere motivata, perciò, con esclusivo riferimento a tale parametro e non ad un rapporto di fiducia (conforme, T.A.R. Puglia–Lecce, sent.n.528/2014, Consigio di Stato-Sez.V, n.5605/2013, TAR Puglia-Sez.I n.38/2019).

Parere
9 Maggio 2020
Territorio e autonomie locali

Diritti dei consiglieri nel contesto pandemico del COVID-19. Il consigliere comunale non può essere equiparato al cittadino-utente; pertanto, non può essergli inibito l'accesso agli uffici comunali, nell'osservanza delle cogenti misure di distanziamento vigenti.

Parere
4 Maggio 2020
Territorio e autonomie locali

Gruppi consiliari. È legittima la norma regolamentare che prevede un numero minimo di componenti per la formazione di un gruppo nell'ambito del consiglio comunale, rientrando nella scelta discrezionale del consiglio stabilire il minimum necessario per la costituzione del gruppo (T.A.R. Sicilia–Palermo, sent.1462/2003).

Parere
24 Aprile 2020
Territorio e autonomie locali

L'art.43 del T.U.E.L. riconosce al consigliere comunale un diritto più ampio sia del diritto d'accesso ai documenti amministrativi attribuito al cittadino nei confronti del comune di residenza (art.10 T.U.E.L.) sia nei confronti della P.A. quale disciplinato dalla legge n.241/90.

Parere
24 Aprile 2020
Territorio e autonomie locali

Nel caso di scioglimento del consiglio comunale si determina l'automatica cessazione dalla carica di consigliere, cui consegue l'ovvia decadenza da ogni prerogativa (diritto d'iniziativa, presentazione interrogazioni e mozioni, diritto d'accesso generalizzato agli atti).

Parere
22 Aprile 2020
Finanza locale

In caso di assenza del revisore per prolungato periodo occorre procedere alla nomina di un altro soggetto in quanto non è prevista la figura del revisore supplente.

Parere
16 Aprile 2020
Finanza locale

Verifica dei crediti formativi all'ente formatore anche se relativa a soggetto, residente in Sicilia, non iscritto all'Elenco dei revisori dei conti degli enti locali.

Parere
15 Aprile 2020
Territorio e autonomie locali

Non sussiste incompatibilità tra l’incarico di “Navigator” e la carica di assessore comunale, atteso che la figura del “Navigator” non rientra in nessuna delle fattispecie tassative previste dal D.Lgs. n. 267/2000.

Parere
14 Aprile 2020
Finanza locale

Il nuovo algoritmo attualmente in uso si basa su correttivi impostati su criteri di premialità legati ai sorteggi già effettuati e all'anzianità di iscrizione all'elenco dei revisori di ciascun soggetto interessato.

Parere
10 Aprile 2020
Territorio e autonomie locali

Commissioni permanenti. Il rispetto del criterio di rappresentanza proporzionale dei gruppi presenti in consiglio si può esplicare attraverso il voto ponderato (v. TAR Lombardia Sez.II, 19.11.1996, n.1661) o plurimo assegnato a ciascun componente della commissione.

Parere
7 Aprile 2020
Finanza locale

L'atto di orientamento dell'Osservatorio può essere un utile riferimento nell'applicazione del D.M. del 20 dicembre 2018 che ha fissato i nuovi compensi dei revisori degli enti locali con decorrenza dal primo gennaio 2019.

Parere
31 Marzo 2020
Territorio e autonomie locali

Il sindaco deve necessariamente nominare un vice sindaco. Ai sensi dell'art.2, c.186, lett.c) della L.n.191/2009, è prevista la possibilità di delega sindacale dell'esercizio di proprie funzioni a non più di due consiglieri, in alternativa alla nomina degli assessori, nei comuni con popolazione non superiore a 3.000 abitanti.

Parere
31 Marzo 2020
Territorio e autonomie locali

 Per le cause di incandidabilità di nuova previsione, l’efficacia ostativa delle sentenze di patteggiamento è limitata a quelle intervenute dopo l’entrata in vigore del decreto legislativo n. 235 del 2012.

Parere
27 Marzo 2020
Territorio e autonomie locali

L'ente deve farsi carico dell'obbligo di salvaguardare la funzionalità della rappresentanza elettiva attraverso la necessaria dovuta adozione della delibera di surroga. In mancanza, il comune dovrà essere invitato, entro un ristrettissimo arco temporale, a ricostituire il plenum assembleare.

Parere
27 Marzo 2020
Territorio e autonomie locali

Diritto d'informazione dei consiglieri comunali. Il TAR Campania, con sentenza n.6129/2018, ha osservato come tra il momento della ricezione dell'avviso di convocazione e quello della seduta consiliare debba intercorrere un ragionevole lasso temporale "... affinché il mandato consiliare possa essere effettivamente svolto in modo serio, completo e consapevole".