Pareri

Raccolta di pareri espressi da questo Dipartimento in materia di Enti locali.

In evidenza

parere
parere

La raccolta

Area tematica

Categoria

Data

Reset

Parere
23 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

ESTENSIONE DEI POTERI SOSTITUTIVI - POSSIBILITA' DI INDIRE UNA SELEZIONE PER LA COPERTURA DI POSTI VACANTI IN PIANTA ORGANICA - PARERI DEL CONSIGLIO DI STATO N. 94/1996 E N. 501/2001 - L'ESIGENZA DI CONTINUITA' DELL'AZIONE AMMINISTRATIVA DELL'ENTE LOCALE RICONOSCE AL VICESINDACO REGGENTE PIENEZZA DI POTERI -

Parere
23 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

il ruolo di consigliere provinciale non è compatibile con la carica di presidente ed amministratore della società in parola. In tal senso, depongono sia le linee ermeneutiche fornite dalle citate pronunce giurisprudenziali sia la ratio della prospettata fattispecie d’incompatibilità, finalizzata ad evitare situazioni di conflitto tra l’interesse personale dell’amministratore e gli interessi pubblici facenti capo all’istituzione locale.

La valutazione della eventuale sussistenza di un’ipotesi d’incompatibilità è rimessa al consiglio provinciale.

In conformità al generale principio per cui ogni organo collegiale è competente a deliberare sulla regolarità dei titoli di appartenenza dei propri componenti, la verifica delle cause ostative all’espletamento del mandato è compiuta con la procedura prevista dall’art. 69 del decreto legislativo n. 267 del 2000, che garantisce il contraddittorio tra organo ed amministratore, assicurando a quest’ultimo l’esercizio del diritto di difesa e la possibilità di rimuovere entro un congruo termine la causa d’incompatibilità contestata (cfr. Corte di Cassazione, Sezione I, sentenza 10 luglio 2004, n. 12809; Id., sentenza 12 novembre 1999, n. 12529).

Parere
23 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

LO STATO DI CONSIGLIERE PROVINCIALE E' INCOMPATIBILE CON LA CARICA DI PRESIDENTE ED AMMINISTRATORE DI SOCIETA' DI GESTIONE SERVIZIO IDRICO........

Parere
16 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

L'INDENNITA' DI FINE MANDATO PER IL SINDACO PREVISTA ALLA FINE DELL'INCARICO AMM.VO VA COMMISURATA AD UNA INDENNITA' MENSILE PER CIASCUN ANNO DI MANDATO, INDENNITA' EFFETTIVAMENTE CORRISPOSTA.

Parere
16 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

L'ART 82 TUOEL PREVEDE IL DIMEZZAMENTO DELLA INDENNITA' PER I DIPENDENTI CHE NON ABBIANO RICHIESTO DI ESSERE COLLOCATI IN ASPETTATIVA NON RETRIBUITA, NON POSSONO RICHEDERLA ALCUNE CATEGORIE QUALI: LAVORATORI AUTONOMI, DISOSCCUPATI, STUDENTI, PENSIONATI E ANCHE I LAVORATORI DIPENDENTI POSTI IN CASSA INTEGRAZIONE STARORDINARIA E SOSPESI DAL LAVORO PERTANTO PER TUTTA LA DURATA DI DETTA SITUAZIONE AVRANNO DIRITTO ALLA INDENNITA' DI FUNZIONE NELLA MISURA INTERA.

Parere
16 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

AGLI AMMINISTRATORI LOCALI CHE NON POSSONO PORSI IN ASPETTATIVA QUALI: (LAVORATORI AUTONOMI,DISOCCUPATI,STUDENTI,PENSIONATI LAVORATORI POSTI IN CASSA INTERGAZIONE STRAORDINARIA) O LAVORATORI SOSPESI DAL LAVORO SPETTA L'INDENNITA' NELLA MISURA INTERA.

Parere
15 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

SE IL DIPENDENTE DELL'UNIONE, DIVENTANDO SINDACO DI UNO DEI COMUNI ASSOCIATI, DOVESSE DIVENTARE ANCHE COMPONENTE DI UN ORGANO DI GOVERNO DELLA STESSA VERREBBE A TROVARSI NELLA SITUAZIONE DI INCOMPATIBILITA' DI CUI ART. 63, COMMA 1, N.7 TUOEL

Parere
15 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

SI RICHIAMA IL PARERE PUBBLICATO IN DATA 14 APRILE 2014 - PER MERO ERRORE DI DIGITAZIONE NELLA MASSIMA E' DA INTERNDERSI NON OPERA L'ESIMENTE.......................................................

Parere
14 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

OPERA L'ESIMENTE NELL'IPOTESI DI LITE PROMOSSA DA UN CONSIGLIERE COMUNALE NEI CONFRONTI DELL'ENTE PER RISARCIMENTO DANNI SUBITI IN CONSEGUENZA DI SINISTRO OCCORSO NEI LOCALI DELLA SEDE COMUNALE AL TERMINE DI SEDUTA ORGANO CONSILIARE.

Parere
14 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

Si ritiene, pertanto, che, in mancanza del dato relativo all’anno 2009 sul quale calcolare il limite e/o l’eventuale superamento, e di quello relativo al triennio 2007-2009, possa farsi riferimento all’ultimo dato disponibile e quindi, nel caso di specie, al triennio 2010-2012. Tale dato costituirà, quindi, il riferimento storico sul quale computare la spesa negli esercizi successivi, a condizione che siano rispettati i vincoli finanziari ed assunzionali in materia di spesa per il personale previsti dalla normativa vigente.

Parere
10 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

Richiamando alcune pronunce della Corte dei Conti sugli effetti prenotativi delle assunzioni, se contenute nella programmazione triennale, ha chiesto se sia corretta la tesi sostenuta dal Responsabile dell’Ufficio di Ragioneria secondo la quale le assunzioni in questione possono effettuarsi solo a condizione che si verifichino almeno due cessazioni nell’anno, ex art. 1 comma 118 della legge 13.12.2010, n. 220. Si ritiene quindi che codesta Amministrazione nel corrente anno possa procedere all’assunzione di 1 sola unità di personale, a fronte di 1 cessazione nell’anno 2013.

Parere
9 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

NO AL VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI ASSISTENZIALI - PREVIDENZIALI PER I LAVORATORI AUTONOMI CHE SEGUITANO AD ESERCITARE LA LIBERA PROFESSIONE.

Parere
9 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

NON SUSSISTE CAUSA DI INCOMPATIBILITA' IN QUANTO DEBITRICE DELL'ENTE E' UNA PERSONA GIURIDICA AUTONOMA E DISTINTA DAL SOCIO, CHE RIVESTE LA CARICA DI SINDACO.

Parere
8 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

Disciplina dimissioni assessore. Come noto, non avendo il legislatore statale dettato una specifica disciplina in ordine alle modalità e l’operatività delle dimissioni dell’assessore, occorre far riferimento alle previsioni eventualmente recate dalle fonti di autonomia locale.

Parere
8 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

“Larghe intese” locali. Mutamento compagine di governo dell’ente rispetto al risultato scaturito dalle elezioni amministrative.
Il principio generale del divieto di mandato imperativo sancito dall’articolo 67 della Costituzione, pacificamente applicabile ad ogni assemblea elettiva, assicura ad ogni consigliere l’esercizio del mandato ricevuto dagli elettori - pur conservando verso gli stessi la responsabilità politica - con assoluta libertà, ivi compresa quella di far venir meno l’appartenenza dell’eletto alla lista o alla coalizione di originaria appartenenza.

Parere
7 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

L'INOSSERVANZA DEL TERMINE PER L'APPROVAZIONE DEL RENDICONTO DI GESTIONE COMPORTA L'APPLICAZIONE DELLE MISURE SANZIONATORIE DI CUI ALL'ART. 227 DEL DECR LEGISL. 267/2000 CON IL RICORSO ALLA PROCEDURA DI CUI AL COMMA 2 DELL'ART 141 TUOEL, RELATIVA ALLA MANCATA APPROVAZIONE DEL BILANCIO.

Parere
3 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

Commissioni consiliari. Dimissioni di componenti. Le commissioni consiliari sono organi strumentali dei consigli ed, in quanto tali, costituiscono componenti interne dell’organo assembleare, prive di una competenza autonoma e distinta da quella ad esso attribuita. A fronte delI’ oggettiva impossibilità di insediare validamente la commissione a causa della indisponibilità manifestata dai consiglieri di minoranza, la situazione di fatto verificatasi è tale da giustificare, in ragione del principio della continuità amministrativa, il riespandersi della competenza piena del consiglio comunale in ordine all’adeguamento dello statuto e del Regolamento per il funzionamento del consiglio.

Parere
1 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

Non sussiste la causa di incompatibilità ai sensi dell'art. 63 nei confronti del suddetto amministratore, considerato che lo stesso ha dichiarato di aver ceduto la sua quota di partecipazione al capitale sociale della predetta società e che nessun contratto di affidamento a titolo oneroso è stato finora sottoscritto tra il comune e la società stessa e non si configurano le disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico recate dal decreto legislativo 8 aprile 2013, n. 39.

Parere
1 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

L'AMMINISTRATORE HA USUFRUITO DEI PERMESSI DI CUI AI COMMI 1 E 3 E PUO' USUFRUITE DI QUELLI PREVISTI AL COMMA 4 DELL'ART. 79TUOEL.- COME PREVISTO DALL'ART 80 I PERMESSI IN ARGOMENTO SONO RETRIBUITI DAL DATORE DI LAVORO PER LE ORE O GIORNATE DI EFFETTIVA ASSENZA DEL LAVORATORE DAL POSTO DI LAVORO.

Parere
1 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

NON SUSSISTE CAUSA DI INCOMPATIBILITA' IN QUANTO DEBITRICE DELL'ENTE E' UNA PERSONA GIURIDICA AUTONOMA E DISTINTA DAL SOCIO LIQUIDATORE, CHE RIVESTE LA CARICA DI CONSIGLIERE COMUNALE.