Pareri

Raccolta di pareri espressi da questo Dipartimento in materia di Enti locali.

In evidenza

parere
parere

La raccolta

Area tematica

Categoria

Data

Reset

Parere
25 Settembre 2014
Territorio e autonomie locali

ATTESO CHE GLI AGENTI DELLA POLIZIA DI STATO NON SONO FUNZIONARI NON E' RAVVISABILE LA PROSPETTATA SITUAZIONE DI INELEGGIBILITA'. I SOGGETTI GRAVATI DALLA PREVISIONE DI INELEGGIBILITA' APPARTENGONO AL RANGO DEGLI UFFICIALI DI GRADO SUPERIORE DELLE FORZE ARMATE E DEI FUNZIONARI DIRIGENTI E NO DI P.S. CATEGORIA DI FASCIA ELEVATA CUI NON PUO' ESSERE ASSIMILATO UN SOTTUFFICIALE SUBORDINATO.

Parere
25 Settembre 2014
Territorio e autonomie locali

(CFR NOZIONE TECNICA DI "PARTE" IN SENSO PROCESSUALISTICO) L'INCOMPATIBILITA' VA ACERTATA CON RIFERIMENTO AL CONCETTO TECNICO DI PARTE DI UNA CONTROVERSIA EFFETTIVA. NON SI RAVVISA NELA CASO IN QUESTIONE LA PROPSETTATA CAUSA MOSTATIVA ALL'ESPLETAMENTO DEL MANDATO ELETTORALE.

Parere
18 Settembre 2014
Territorio e autonomie locali

Art. 2 comma 3 del D.Lgs n. 165/2001 e s.m.i., l’attribuzione di trattamenti economici al personale dipendente può avvenire esclusivamente mediante contratti collettivi oppure da condizioni da questi previste, mediante contratti individuali. Nel caso di specie trattandosi di erogazione di forme di trattamento economico al personale, queste risorse, al pari di tutte quelle che provengono da specifiche disposizioni di legge, debbano confluire tra le risorse decentrate variabili ex art. 15 richiamato, per essere poi oggetto di contrattazione decentrata onde corrispondere al dipendente interessato lo specifico compenso.

Parere
18 Settembre 2014
Territorio e autonomie locali

Il posto ricoperto dalla dipendente, che ha poi richiesto ed ottenuto la trasformazione del proprio rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale, è rimasto un posto a tempo pieno, anche se la dipendente svolge l’attività lavorativa a tempo parziale. Ai fini della spesa di personale, l’ente deve comunque sempre tenere conto della possibilità che venga esercitato il diritto del personale alla ricostituzione del proprio rapporto di lavoro ed adottare le necessarie iniziative di contenimento di altre componenti di spesa di personale al fine di rispettare i vincoli finanziari

Parere
10 Settembre 2014
Territorio e autonomie locali

LA RINUNCIA AGLI ATTI DEL GIUDIZIO E' IDONEA A FAR VENIR MENO LA PROSPETTATA CONDIZIONE INCOMPATIBILITA'.LA CIRCOSTANZA CHE LA CAUSA PROSEGUA TRA IL COMUNE ED IL CONGIUNTO DEL CONSIGLIERE COMUNALE E' PRIVA DI RILEVANZA.

Parere
3 Settembre 2014
Territorio e autonomie locali

Figura del vice sindaco e potestà statutaria. Riguardo alla gerarchia delle fonti, si osserva in linea generale, che l’art. 114, comma 2, della Costituzione dispone che i Comuni, le Province, le Città metropolitane e le Regioni sono enti autonomi con propri statuti, poteri e funzioni secondo i principi fissati dalla Costituzione. Lo Stato ha competenza esclusiva, ex art. 117, comma 2, lett. p), in ordine alla potestà legislativa in materia di disciplina elettorale, organi di governo e funzioni fondamentali di comuni, province e città metropolitane. Il vice sindaco, facendo parte della Giunta è, peraltro, compreso a pieno titolo negli organi di governo individuati dall’articolo 36 del decreto legislativo n. 267/00, senza contare tale qualità di organo proprio nel momento in cui il vice sindaco svolge le funzioni vicarie del sindaco.

Parere
27 Agosto 2014
Territorio e autonomie locali

LA NOMINA DA PARTE DEL COMUNE, DELLA MAGGIORANZA DEI COMPONENTI DEL CONSIGLIO DI AMM.NE DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA.............. ED I CONNESSI POTERI DI GESTIONE NON SEMBRANO SUFFICIENTI A CONCRETARE UN RAPPORTO DI DIPENDENZA CON L'ENTE E LA CONSEGUETE IPOTIZZATA CONDIZIONE DI INELEGGIBILITA' (CFR. TERMINE "VIGILANZA" COME CHIARITO IN GIURISPRUDENZA).

Parere
27 Agosto 2014
Territorio e autonomie locali

IL REGIME APPLICABILE ALLE SOCIETA' IN ACCOMANDITA SEMPLICE (SAS) INDUCE A RITENERE LA PROSPETTATA IPOTESI DI INCOMPATIBILITA' PREVISTA DALL'ART 63, COMMA 1, N6 SEMPRE CHE L'INTERESSATO ABBIA RICEVUTO INVANO NOTIFICAZIONE DELL'AVVISO

Parere
27 Agosto 2014
Territorio e autonomie locali

LA PROSPETTATA SITUAZIONE DI INCOMPATIBILITA' SAREBBE RAVVISABILE SOLO NELLA EVENTUALITA' IN CUI LA PREDETTA PRONUNCIA SIA DIVENTATA IRREVOCABILE ED IL RELATIVO DEBITO NON SIA STATO ESTINTO.

Parere
27 Agosto 2014
Territorio e autonomie locali

NON RISULTA UN ESPLICITO INTERESSE DA PARTE DEL SINDACO ALLA CONOSCENZA DELL'ESPOSTO TANTO PIU' CHE LA DETERMINA DIRIGENZIALE DA CUI AVREBBE AVUTO INIZIO LA LAMENTATA SITUAZIONE DI INELEGGIBILITA'E' STATA PRECEDENTEMENTE REVOCATA.

Parere
27 Agosto 2014
Territorio e autonomie locali

SI ESCLUDE LA SITUAZIONE DI INCOMPATIBILITA' IN QUANTO L'AMMINISTRATORE NON E' PARTE PROCESSUALE NEI GIUDIZI CON IL COMUNE ME LO E' LA SOCIETA' DI CUI LO STESSO E' SOCIO ACCOMANDANTE. (CFR. CONCETTO DI "PARTE".

Parere
12 Agosto 2014
Territorio e autonomie locali

Numero assessori. Il mancato adeguamento dello statuto comunale alla più recente normativa in ordine al numero massimo di assessori consentito per ogni comune rende comunque applicabile il parametro massimo previsto dalla legge.

Parere
12 Agosto 2014
Territorio e autonomie locali

Gruppi consiliari. L’esistenza dei gruppi consiliari non è espressamente prevista dalla legge, ma si desume implicitamente da quelle disposizioni normative che contemplano diritti e prerogative in capo ai gruppi o ai capigruppo (in particolare, art. 38, comma 3 – art. 39, comma 4 e art. 125 del d.lgs. n. 267/2000). La materia, pertanto, è regolata dalle apposite norme statutarie e regolamentari, adottate dai singoli enti locali nell’ambito dell’autonomia organizzativa dei consigli, riconosciuta espressamente agli stessi dall’art. 38 citato. Si ritiene opportuno apportare modifiche alla normativa statutaria e regolamentare che preveda disposizioni tali da impedire ai consiglieri il passaggio ad un gruppo diverso rispetto a quello corrispondente alla lista di partecipazione alle elezioni del Consiglio, ciò in quanto una siffatta disposizione si porrebbe in contrasto con il principio del divieto di mandato imperativo recato dall’art. 67 della Costituzone.

Parere
12 Agosto 2014
Territorio e autonomie locali

Giunta comunale. Ipotesi di rotazione nella nomina degli assessori nell’ambito della Giunta municipale. La continua rotazione degli assessori, richiedendo sempre la conseguente comunicazione al consiglio, comporterebbe un gravoso appesantimento delle procedure formali e non agevolerebbe il lavoro collegiale della Giunta ed impedirebbe di risalire con chiarezza ad eventuali responsabilità in caso di non corretta gestione degli assessorati di competenza. Inoltre nell’eventualità del mancato rispetto del patto politico all’interno del Consiglio, l’eventuale revoca di un assessore, non supportata da adeguata motivazione come richiesto dalla giurisprudenza, potrebbe esporre l’Ente a possibili contenziosi.

Parere
12 Agosto 2014
Territorio e autonomie locali

Numero di assessori. Qualora la previsione statutaria concernente il numero di assessori da cui è composta la giunta comunale dia adito a incertezze interpretative tali da determinare una coincidenza tra il numero massimo e minimo degli assessori, si ritiene opportuna una diversa formulazione della norma statutaria da parte dell’Ente, che potrà procedere alle relative modifiche ai sensi dell’art. 6 del decreto legislativo n. 267/00.

Parere
12 Agosto 2014
Territorio e autonomie locali

Prerogative del vicesindaco. Per quanto concerne le funzioni di presidente del consiglio comunale che spettano al sindaco nei comuni sino a 15.000 abitanti (salvo che l’ente si sia avvalso della facoltà di prevedere nello statuto la figura del presidente del consiglio), il Consiglio di Stato, sez. I, nel parere n. 94/1996 reso nell’adunanza del 21 febbraio 1996, ha distinto l’ipotesi che il vicesindaco sia anche consigliere comunale, da quella in cui sia esterno al consiglio: nel primo caso deve reputarsi ammissibile la possibilità di sostituire il sindaco anche nelle funzioni presidenziali, mentre nel secondo caso il vicesindaco non può presiedere il consiglio, in quanto non può fungere da presidente di un collegio un soggetto che non ne fa parte.

Parere
8 Agosto 2014
Territorio e autonomie locali

LA DECORRENZA DEI TERMINI PER L'APPROVAZIONE DEL CONTO CONSUNTIVO DEVE ESSERE CALCOLATA DALLA DATA DELL'ULTIMA NOTIFICA EFFETTUATA NEI CONFRONTI DEI SINGOLI CONSIGLIERI E LA SUDDETTA APPROVAZIONE DEVE AVVENIRE ENTRO I TERMINI INDICATI IN DIFFIDA.

Parere
4 Agosto 2014
Territorio e autonomie locali

Codesta amministrazione non potrà procedere alla proroga del rapporto di lavoro del dipendente di cui tratttasi tenuto conto che la data di scadenza del trattenimento de quo anteriore rispetto alla data ultimativa del 31 ottobre 2014.

Parere
4 Agosto 2014
Territorio e autonomie locali

SI CONDIVIDONO LE RECENTI ARGOMENTAZIONI DELLA CORTE DEI CONTI IN MERITO ALL'AMBITO APPLICATIVO DELL'ART. 86, COMMA 2, DEL TUOEL TENUTO CONTO DEI GENERALI PRINCIPI DI BUON ANDAMENTO E DI CONTENIMENTO DELLA SPESA PUBBLICA - LE MODALITA' APPLICATIVE RIMANGONO NELLA COMPETENZA DEI DIRIGENTI ED AMMINISTRATORI LOCALI PER LA PARTE DI RISPETTIVA COMPETENZA CON L'EVENTUALE AUSILIO DEL SEGRETARIO COMUNALE

Parere
1 Agosto 2014
Territorio e autonomie locali

E' ESCLUSA L'IPOTESI DI INELEGGEIBILITA' CHE SAREBBE STATA RAVVISABILE NEL CASO CHE L'INTERESSATO GIA' CONSIGLIERE CIRCOSCRIZIONALE AVESSE INTESO CANDIDARSI IN ALTRA CIRCOSCRIZIONE.