Pareri

Raccolta di pareri espressi da questo Dipartimento in materia di Enti locali.

In evidenza

parere
parere
5 Febbraio 2019

Adeguamento nuovi compensi dal 1° gennaio 2019

Per i nuovi incarichi affidati dalla data del 1° gennaio 2019, l'aggiornamento del compenso fa riferimento ai nuovi limiti massimi, suscettibili di applicazioni differenziate sulla base delle determinazioni finanziarie e convenzionali delle parti manifestate nella delibera di nomina.

La raccolta

Area tematica

Categoria

Data

Reset

Parere
27 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

ALL'ASSESSORE DELLA COM MONTANA SPETTAVA FINO ALL'ENTRATA IN VIGORE DELLE DISPOSIZIONI DEL D.L. 78/2010 L'INDENNITA' DI FUNZIONE SENZA LA RIDUZIONE DEL 50% PREVISTA DAL COMMA 1 ART 82 TUOEL, ATTESA L'IMPOSSIBILITA' PER LO STESSO DI PORSI IN ASPETTATIVA.

Parere
26 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

ALL'ASSESSORE FACENTE FUNZIONI VICESINDACO,SPETTERA' PER IL SOLO PERIODO IN CUI ESERCITERA' LE FUNZIONI VICARIE L'INDENNITA' DI FUNZIONE PARI A QUELLA DEL SINDACO ED I PERMESSI RELATIVI.

Parere
23 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

NON SUSSISTE INCOMPATIBILITA' PER IL SINDACO DAL MOMENTO CHE RISULTA SOLO SOCIO LAVORATORE SENZA POTERI DI RAPPRESENTANZA E COORDINAMENTO.

Parere
23 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

C'E' INCOMPATIBILITA' TRA LA CARICA DI SINDACO QUALE AMMINISTRATORE UNICO DI UNA SOCIETA' COOPERATIVA TITOLARE DI UN CONTRATTO DI APPALTO CON IL COMUNE, QUESTA VIENE MENO ALLA CESSAZIONE DELLA CARICA DI AMMINISTRATORE UNICO.

Parere
23 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

Diritto dei cittadini di filmare, per la conseguente diffusione, i lavori del Consiglio comunale. L’ente dovrebbe dotarsi di apposite norme sulla possibilità di registrazione del dibattito e delle votazioni con mezzi audiovisivi, sia da parte degli uffici di supporto all’attività di verbalizzazione del segretario comunale (art. 97, comma 4 lett. a del T.U.O.E.L.) che da parte dei consiglieri comunali, nonchè dei cittadini ammessi ad assistere alla seduta e degli organi di informazione radiotelevisiva.

Parere
23 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

L'IPOTESI PREVISAT DALL'ART. 63, COMMA 1, N.7 TUOEL, SI RIFERISCE AI DIPENDENTI DEL COMUNE E PROVINCIA PER I RISPETTIVI CONSIGLI, PER CUI VA ESCLUSO IL DELINEARSI DI UNA CAUSA DI INCOMPATIBLITA' NEI CONFRONTI DI UN AMM.RE DI ENTE LOCALE, CHE SIA DIPENDENTE DI UN ALTRO ENTE, ENTRAMBI FACENTI PARTE DI UN'UNIONE DI COMUNI E CHE ASSUMA LA GESTIONE DI UN SERVIZIO ASSOCIATIO.

Parere
23 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

Diritto d’accesso agli atti dei consiglieri comunali e provinciali ex art. 43, comma 2, del decreto legislativo n. 267 del 18 agosto 2000. La Commissione per l’Accesso ai documenti amministrativi, con parere datato 14 dicembre 2010, ha riconosciuto il diritto ad accedere agli atti relativi al pagamento dei tributi, in quanto le informazioni richieste attengono formalmente all’esercizio del mandato consiliare, essendo esse preordinate a verificare l’efficacia e l’imparzialità dell’azione amministrativa in un settore particolarmente nevralgico come quello dell'effettiva riscossione delle imposte comunali da parte dell'amministrazione competente e pertanto sono da ritenere accessibili dal consigliere comunale.

Parere
23 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

L'IPOTESI PREVISTA DALL'ART. 63 COMMA 1, N.7 TUOEL, SI RIFERISCE ESCLUSIVAMENTE AI DIPENDENTI DEL COMUNE E DELLA PROVINCIA PER I RISPETTIVI CONSIGLI PERTANTO VA ESCLUSA IL DELINEARSI DI INCOMPATIBILITA' NEL CASO IN ESAME.

Parere
20 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

PER QUNTO RIGUARDA IL COMPUTO DEL TEMPO DIES A QUO SI APPLICA IL PRINCIPIO SANCITO DALL'ART. 293, COMMA 2 C.C.

Parere
20 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

L'ART. 61 TUOEL, FA SECLUSIVO RIFERIMENTO ALLA QUALIFICA DI SEGRETARIO COMUNALE O PROVINCIALE, PERTANTO NON SI RAVVISA CAUSA OSTATIVA ALL'ASSUNZIONE DEL MANDATO ELETTORALE.

Parere
20 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

SE IL DIPENDENTE DELL'UNIONE DI COMUNI, DIVENTANDO SINDACO DI UNO DEI COMUNI ASSOCIATI, DOVESSE DIVENTARE ANCHE COMPONENTE DI UN ORGANO DELLA STESSA, VERREBE A TROVARSI IN UNA SITUAZIONE DI INCOMPATIBILITA' DI CUI ART 63, COMMA 1, N.7 TUOEL.

Parere
19 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

Individuazione della competenza in materia di funzioni di intervento su bovini ed equini vaganti apparentemente privi di proprietario. Per gli animali liberi e non riconducibili ad un proprietario occorre fare riferimento agli articoli 823 e 826 del codice civile cui si fa risalire la previsione della tutela di detti animali in capo all’autorità amministrativa. Inoltre, l’articolo 3 del d.P.R. del 31 marzo 1979 attribuisce ai comuni la funzione di vigilanza sull’osservanza di leggi e regolamenti generali locali relativi alla protezione degli animali e alla difesa del patrimonio zootecnico, mentre, la responsabilità del sindaco scaturisce anche dal ruolo allo stesso riconosciuto di autorità sanitaria locale.

Parere
19 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

Atti urgenti e improrogabili. Ai sensi dell’art. 38, comma 5, i consigli comunali durano in carica per un periodo di cinque anni sino all’elezione dei nuovi, limitandosi, dopo la pubblicazione del decreto di indizione dei comizi elettorali, ad adottare gli atti urgenti e improrogabili. E’ stato precisato in giurisprudenza che il carattere di atti urgenti e improrogabili possa essere riconosciuto agli atti “… per i quali è previsto un termine perentorio e decadenziale, superato il quale viene meno il potere di emetterli, ovvero essi divengono inutili, cioè inidonei a realizzare la funzione per la quale devono essere formati … o hanno un’utilità di gran lunga inferiore ” (T.A.R. Veneto 1118 del 2012).

Parere
19 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

Atti urgenti e improrogabili. Ai sensi dell’art. 38, comma 5, i consigli comunali durano in carica per un periodo di cinque anni sino all’elezione dei nuovi, limitandosi, dopo la pubblicazione del decreto di indizione dei comizi elettorali, ad adottare gli atti urgenti e improrogabili. Al fine di individuare la decorrenza dell’operatività della disciplina recata dall’art. 38, comma 5, del d.lgs n. 267/2000, dovrà farsi riferimento in via esclusiva alla data di pubblicazione del manifesto elettorale previsto dall’art. 18, comma 1, del D.P.R. n. 570/1960.

Parere
13 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

IN MANCANZA DI PRESENTAZIONE DI LISTE ELETTORALI PER LE CONSULTAZIONI AMMINISTRATIVE, IL PREFETTO AI SENSI DELL'ART. 85 3°COMMA DEL D0 N. 570 E' TENUTO A NOMINARE UN COMMISSARIO REGGENTE L'AMMINISTRAZIONE 16 MAGGIO 196

Parere
13 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

diritto di accesso dei consiglieri. Con la recente sentenza n. 648 dell’11 febbraio 2014, il Consiglio di Stato ha osservato che un regolamento sull’accesso, che impedisca immotivatamente ai consiglieri di ottenere dall’amministrazione gli atti e le informazioni utili all’esercizio del mandato elettivo ricoperto, contrasterebbe con le leggi statali poste a salvaguardia del diritto di accesso agli atti, riconosciuto ai consiglieri comunali e ai cittadini in genere a tutela dei propri interessi, con i soli limiti previsti dalla legge stessa a tutela della privacy e dei diritti dei terzi.

Parere
13 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

SI RAVVISA INELEGGIBILITA' PER DIPENDENTE ANCHE SE A TEMPO PARZIALE PRESTA SERVIZIO PRESSO L'AMM.NE COMUNALE E DEVE RITERNERSI NELLA STESSA INSERITO SOTTO IL PROFILO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE CHE GERARCHICO E DISCIPLINARE.

Parere
12 Maggio 2014
Territorio e autonomie locali

Revoca presidente consiglio comunale. Il decreto legislativo n. 267/2000 non prevede espressamente la possibilità di revoca del presidente del consiglio, tant’è che in carenza di una specifica previsione statutaria, la giurisprudenza tende ad affermarne costantemente l’illegittimità (v., tra l’altro, T.A.R. Piemonte Sez. I, 4.9.2009, n. 2248). Il T.A.R. Puglia - Lecce (sentenza n. 528/2014) ha infine ribadito che “la giurisprudenza ha chiarito che la figura del Presidente riveste un carattere istituzionale e, di conseguenza, che la revoca non può essere che causata dal cattivo esercizio di tale funzione, tale da comprometterne la neutralità, non potendo essere motivata sulla base di una valutazione fiduciaria di tipo strettamente politico.

Parere
30 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

ATTESTAZIONE DAL DIRIGENTE COMPETENTE PARTECIPAZIONE AMMINISTRATORE A RIUNIONI C/O ENTE LOCALE - ATESTAZIONE DELL'INTERESSATO CIRCA IL MEZZO UTILIZZATO CORREDATO DA EVENTUALE DOCUMENTAZIONE.

Parere
29 Aprile 2014
Territorio e autonomie locali

Ai sensi all’art. 6 della legge n. 328/2000 è previsto che gli oneri connessi alla degenza di un soggetto presso strutture residenziali siano imputabili all’ente presso il quale, prima del ricovero, il soggetto abbia la propria residenza.
A termini dell’art. 45 del codice civile, “il minore ha il domicilio nel luogo di residenza della famiglia o del tutore”.
La circostanza che il minore sia stato affidato provvisoriamente ad una struttura situata in un altro comune, non modifica l’imputazione dell’onere economico a carico dell’amministrazione o delle amministrazioni come individuabili, oggettivamente, nel momento di inizio della prestazione.