Comunicato del 12 febbraio 2019

Finanza locale
12 Febbraio 2019
Riferimento Ufficio 
Direzione Centrale della Finanza Locale
Argomento 
Certificazioni degli enti locali

Sono interessati al presente comunicato solo gli enti locali che nell’anno 2016 hanno presentato la certificazione per la concessione del contributo in conto interessi sui mutui assunti dai comuni, dalle province e dalle città metropolitane nell’anno 2015, di cui al comma 540, dell’articolo 1 della legge 23 dicembre 2014, n. 190.

Al riguardo, si comunica che dal 1° al 31 marzo 2019 sarà disponibile, alla pagina web https://finanzalocale.interno.gov.it/apps/tbel.php/login/verify la certificazione in oggetto con la quale gli enti locali avranno la possibilità di poter indicare le eventuali variazioni intervenute su dati già trasmessi.

Poiché, come riportato nel decreto approvativo del certificato in argomento, il contributo erariale si consolida nell’importo degli interessi certificati nel modello trasmesso telematicamente nell’anno 2016 e non può essere superiore agli oneri a carico dell’ente, la nuova certificazione dovrà essere trasmessa solo se sono state effettuate operazioni amministrative/finanziarie che hanno comportato variazioni sul mutuo originariamente segnalato nel modello inviato nell’anno 2016, ed in particolare:

-la variazione dei dati determina una riduzione della quota di interessi (è il caso, ad esempio, della rideterminazione del piano di ammortamento originario a seguito della riduzione dell’importo del mutuo a carico sul quale l’ente ha segnalato la quota interessi sulla prima rata annuo di ammortamento);

-la scadenza del piano di ammortamento del mutuo è anteriore all’anno 2020 (anno di ultima attribuzione del trasferimento erariale in oggetto);

-l’ente ha proceduto all’estinzione anticipata totale o parziale del mutuo;

-gli interessi di pre-ammortamento, anno 2015, realmente sostenuti, sono inferiori a quelli riportati nel certificato originariamente trasmesso.

La certificazione non deve essere trasmessa per segnalare la quota interessi sulle rate suucssive a quelle dell’anno 2016 ( come da piano di ammortamento ) in quanto, salvo nei casi sopra riportati, il contributo si consolida nell’importo certificato nell’anno 2016. 

Per la corretta compilazione del modello in esame si consiglia di consultare la guida visualizzabile alla pagina web: https://dait.interno.gov.it/documenti/manualeutentecertificazioni.pdf .

Inoltre, è possibile prendere visione della circolare F.L. 9/2015 del 25 marzo 2015, visualizzabile nel campo “Risorse correlate” del presente comunicato, con cui si forniscono, tra l’altro, istruzioni generali e chiarimenti sulla certificazione originariamente trasmessa.

Eventuali richieste di chiarimento possono essere inoltrate all’indirizzo mail certificazioni.ufficiosecondo@interno.it indicando il numero telefonico dell’ufficio, al fine di rendere, laddove si renda necessario, ancora più rapidi i suggerimenti sulle domanda poste alla Direzione Centrale della Finanza Locale.