Voto degli elettori temporaneamente all'estero

Alla luce delle modifiche apportate dall' "Italicum" alla legge sul voto degli italiani all'estero, potranno votare per corrispondenza anche tutti gli elettori che si trovano temporaneamente all'estero per un periodo previsto di almeno tre mesi (comprendente la data di votazione) e per motivi di lavoro, studio o cure mediche nonché i loro familiari conviventi.
Per votare, ricevendo al domicilio estero il plico con la scheda, tali elettori devono far pervenire quanto prima un'apposita domanda.
Al fine di agevolare tale adempimento, è stato predisposto un modello di domanda editabile, che dovrà essere compilato dagli elettori temporaneamente all'estero interessati al voto per corrispondenza ed inviato al comune italiano di residenza entro il prossimo 2 novembre.
Viceversa, gli elettori residenti all'estero sono automaticamente iscritti negli elenchi degli aventi diritto al voto per corrispondenza all'estero e, quindi, non devono presentare alcuna domanda in tal senso.

Allegati 
AllegatoDimensione
PDF icon Allegato 1 - Modello opzione voto541.1 KB